Località

Località

Potenza e Provincia

La Storia di POTENZA

Il Periodo Romano
Potenza divenne prefettura romana con il nome di Potentia, e a causa però dei conflitti con la città di Roma, fu saccheggiata più volte dai romani e declassata da municipium a semplice praefectura. Ma i Romani seppero ben sfruttare la posizione strategica di Potenza per collegarla ad altri centri militari importanti. Così la città subì le vicissitudini dell'Impero Romano fino alla sua decadenza e fino alle invasioni Barbariche.
Le Invasioni
Arrivarono i Bizantini che diedero alla regione il nome di Basilicata, poi i Normanni che sottomisero tutta la città e la regione per creare un unico regno nel meridione italiano insieme a Calabria e Sicilia.
Sede Vescovile
Fu sede vescovile, ed è sicuramente da ricordare il vescovo Gerardo la Porta, in carica dal 1111 al 1119, santificato poi da papa Callisto II e proclamato patrono della città.
Il Dominio Francese
Sotto il dominio francese, nel 1806 Potenza divenne capoluogo di Regione per opera di Giuseppe Bonaparte.
I Terremoti
Tre furono i terremoti che devastarono la città di Potenza, ma che servirono anche a migliorarla nettamente soprattutto nel campo delle reti stradali e ferroviarie.